ULTIMISSIME!WEB MARKETING

siti web per ristoranti, alberghi e agenzie viaggi: bonus fiscale

Approfitta del bonus fiscale per la creazione di siti web per ristoranti, alberghi e agenzie viaggi specializzate in turismo incoming: per tutti c’è il credito d’imposta del 30% dei costi eleggibili

bonus sito web

Finalmente qualcosa si muove. La creazione di siti web di nuova generazione (responsive, cioè che si adattano automaticamente al tipo di schermo) è un elemento fondamentale della comunicazione efficace d’impresa. Per questo, lo Stato ha tracciato, con decreto 12 febbraio 2015 (pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» 68 del 23 marzo 2015), le linee guida del credito d’imposta disciplinato dall’articolo 9 del decreto legge 83/2014.

CREDITO DI IMPOSTA 30% PER SITI WEB DI NUOVA GENERAZIONE
Il credito d’imposta prevede la possibilità di realizzare siti web per ristoranti, alberghi, B&B e agenzie viaggi specializzate in incoming a condizioni davvero speciali, considerando che le nuove tecnologie avanzano e c’è da rifare in tutta Italia un enorme parco web praticamente obsoleto. Chiaramente non stiamo parlando solo della questione grafica. Con il bonus fiscale, lo Stato intende aiutare le aziende che investono in siti web di tipo responsive, ovvero che si adattano automaticamente e graficamente a seconda del tipo di strumento utilizzato per la loro visualizzazione e corretta navigazione (Pc, desktop, portatile, I Pad, smartphone, ecc).

Si tenga presente che un sito web di vecchia concezione sui telefoni smartphone viene visualizzato “in miniatura”; l’effetto è l’abbandono da parte dell’utente in direzione di un sito più moderno magari di un vostro concorrente. E’ importante dunque aggiornarsi. Tanto più che oggi lo Stato offre “una mano” (una volta tanto)!

BENEFICIARI
Beneficiari della misura di aiuto sono gli esercizi ricettivi in forma individuale o di aggregazione (reti di impresa o consorzi). E quindi i possibili beneficiari sono le strutture alberghiere con almeno sette camere ed extra-alberghiere (affittacamere, ostelli, case vacanze, eccetera).

per essere aggiornato sulle ultime novità, Iscriviti alla Newsletter Crea Valore > ISCRIVITI

IL BONUS FISCALE IN DETTAGLIO
Ai suddetti beneficiari, il decreto riconosce un credito d’imposta del 30% dei costi ritenuti eleggibili e, comunque, in misura non superiore a 12.500 € da utilizzarsi in compensazione in tre rate annuali di importo costante. L’importo concesso non è cumulabile con altri incentivi fiscali ottenuti sui medesimi costi.

L’effettività della spesa dovrà risultare da apposita certificazione da parte del presidente del collegio sindacale del beneficiario o, in mancanza, da parte di un revisore legale, un dottore commercialista, un perito commerciale o consulente del lavoro o dal responsabile di un Caf.

INFORMAZIONI E CONTATTI:

* i campi con l'asterisco sono obbligatori