Nuovi incentivi alle aziende che fanno rete della provincia di Bari

fare reteCon un bando della Camera di Commercio, arrivano nuovi incentivi alle aziende che fanno rete della provincia di Bari

E’ stato pubblicato un nuovo bando di finanziamento per le aziende che fanno rete nella provincia di Bari.
In particolare, il bando è della Camera di Commercio di Bari e intende agevolare le impresa dei settori del commercio, del turismo, dei servizi e del manifatturiero.

I progetti con cui le aziende fanno rete devono essere necessariamente localizzati nelle città che rientrano nella competenza della Camera di Commercio di Bari, con la sola eccezione di eventuali progetti da realizzarsi all’estero.

I progetti finanziabili possono riguardare tutte quelle imprese che intendono “fare rete” per:

  • sviluppare prodotti e servizi nell’ottica della promozione di un marchio di rete;
  • rafforzare le reti distributive e di penetrazione commerciale in Italia e all’estero;
  • lanciare funzioni condivise dall’aggregazione (progettazione, logistica, comunicazione, ufficio acquisti, etc.);
  • fare innovazione  di  prodotto  e  processo,  soprattutto  attraverso  soluzioni  a  carattere  tecnologico, organizzativo, gestionale
  • valorizzare sistemi di gestione della qualità e della tracciabilità;
  • elaborare piani di vendita coordinata (azioni di co‐marketing fra imprese).

I  progetti  dovranno  essere realizzati entro  15 (quindici) mesi  dalla  data  di  pubblicazione sul sito  web della Camera di Commercio di Bari  della  graduatoria  definitiva,  approvata  dalla  Camera  di  Commercio,  Industria, Artigianato e Agricoltura di Bari.
Potrà essere concessa una proroga per un periodo massimo di 6 (sei) mesi, per motivate ragioni di sviluppo e di ultimazione degli stessi.

I progetti presentati dovranno riguardare unicamente le seguenti tipologie di reti di imprese: 
A.  Associazioni  Temporanee  di  Imprese  (ATI)  con  mandato  speciale  con  rappresentanza conferito  al  capogruppo  contenente  espressamente  le  prescrizioni  di  cui  all’art.  11  del D.lgs. 157/1995;
B.  raggruppamenti  di  MPMI  con  forma  giuridica  di  “contratto  di  rete”  (ai  sensi  del  decreto legge  10  febbraio  2009,  n.  5,  convertito  in  legge,  con  modificazioni,  dalla  Legge  9  aprile 2009, n. 33 e modificato dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122);
C.  raggruppamenti di MPMI con contratto di “consorzio”.

Ulteriori approfondimenti possono essere reperiti cliccando qui .

Desideri maggiori informazioni?
Chiamaci al 3932895303 oppure scrivici utilizzando il seguente form di contatto:

About Author: digida

Comments are closed.